ENG | Portale HSE MSDS
 
Tecnologia dei Pigmenti e applicazione sul Tessile
Tecnologia

I pigmenti possono essere considerati sostanze coloranti insolubili in acqua.

Per creare una dispersione acquosa di pigmenti è necessario seguire due fasi principali.
  1. creare una dispersione;
  2. frantumare la dispersione;
Nella fase 1, pigmenti materia prima sono in contatto con agenti disperdenti, stabilizzanti e acqua per “bagnare” la superficie.

Nella fase 2, la dispersione di pigmenti è trattata in un’unità di frantumazione per ridurre gli agglomerati di pigmento in parti piccolissime, fino a raggiungere la dimensione richiesta (normalmente < 1 micron)

Applicazione tessile

Le dispersioni in acqua sono usate per colorare paste per stampa tessile. Una formula indicativa per queste paste è riportata sotto:

Acqua Fino al volume necessario
Addensante 30 g/kg
Ammoniaca 3 g/kg
Legante 150 g/kg

  • L’addensante è usato per modificare la viscosità dell’acqua. Quantità di addensate possono variare in relazione alla viscosità richiesta, al tipo di stampa e al tipo/costituzione del tessuto;
  • L’ammoniaca è necessaria per garantire la stabilità della pasta finale anche dopo giorni;
  • Binder and Fixer are used in order to "fix" pigments on the textile fabric (They create a film which protect pigment from rubbing and washing abrasion);
  • Il legante e il fissatore sono usati per “fissare” i pigmenti sul tessuto (proteggendoli da strofinamento e abrasione dovuti al lavaggio).

Gli ammorbidenti sono usati per migliorare la mano finale del tessuto stampato. Questi prodotti chimici sono molto usati nella maglieria, più che per le stoffe. Per quanto riguarda il processo di stampa, i pigmenti possono essere trasferiti al tessuto da macchine per stampa rotative o piatte. Dopo l’asciugatura il tessuto stampato ha bisogno di essere trattato ad alte temperature (150-160°C) per raggiungere un completo legame tra legante e fissatore. Non è richiesto lavaggio.